halong-vietnam-hero

VIET NAM E CAMBOGIA

€ 2.750,00

Inserito in.

PARTENZE : 10 giugno – 23 settembre – 13 ottobre
DURATA 11 giorni/8 notti
TRASPORTO Volo da Milano
HOTEL 3-4 stelle

Un itinerario attraverso i luoghi più significativi ed interessanti di un Paese dal fascino
antico e dai paesaggi incontaminati. Grandi santuari, verdi risaie, dove si stagliano le minute
sagome dei contadini: ecco alcune delle emozionanti visioni che ci riserva questo viaggio. Partiamo da Hanoi, la città lambita
dal fiume rosso, città vietnamita e coloniale al tempo stesso. Proseguiamo per la magica
baia di Ha Long: mille luci e magiche atmosfere sulle acque smeraldine del golfo del
Tonchino. Si dice che sia qui che i “draghi scendono nel mare”. Voliamo a Ho Chi Minh,
l’antica Saigon, con i suoi edifici coloniali, e visitiamo Cu Chi, la città sotterranea, che si
sviluppò durante la guerra. Poi navigheremo sul delta del Mekong, con i suoi mercati
galleggianti, al suono dei canti locali… Con la barca veloce raggiungiamo Phnom Penh
e da qui in volo per Siem Reap con la visita di Angkor, la più estesa area archeologica
al mondo, apoteosi dell’arte Khmer, simbolo della potenza dell’impero.

PROGRAMMA
1° giorno: ITALIA – HANOI.
2° giorno: HANOI.
3° giorno: BAIA DI HALONG.
4° giorno: HANOI – SAIGON.
5° giorno: SAIGON – CU CHI – SAIGON.
6° giorno: DELTA DEL MEKONG.
7° giorno: MEKONG – PHNOM-PENH.
8° giorno: PHON PENH – SIEM REAP.
9° giorno: ANGOR.
10° giorno: ANGOR – ITALIA.
11° giorno: ITALIA.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE (MINIMO 3 PARTECIPANTI)
A partire da 2.750,00 euro
Supplemento singola su richiesta
Tasse aeroportuali circa 110,00 euro
Spese apertura pratica 50,00 euro
Per sconti e convenzioni vedere INFO UTILI/DA SAPERE

LA QUOTA COMPRENDE
• Volo a/r dall’Italia • Voli interni Hanoi/Saigon e Phnom Penh/Siem Reap • Tour privato (tranne sulla
Giunca ad Halong e sulla barca veloce per Phnom Penh • Tutti i trasferimenti in loco • Giunca pubblica
ad Ha Long con programma 2 giorni / 1 notte • Barca privata sul Delta del Mekong • Trattamento di
mezza pensione durante il tour dal secondo giorno (colazione e pranzo) pensione completa sulla Junka
nella baia di Halong • La cena del primo giorno e la colazione dell’ultimo • guide locali parlanti Italiano
(eccetto durante la permanenza in junca nella baia di Ha Long che sarà in inglese)• Tutti gli ingressi per
le visite menzionate nel programma • Assicurazione medico/bagaglio/annullamento.

1° giorno
Volo Italia-Hanoi

2° giorno
Arrivo all’aeroporto di Hanoi, disbrigo delle formalità doganali e di ottenimento del
visto (30 usd c.a da pagarsi in loco), recupero del bagaglio e incontro con la nostra
organizzazione locale fuori dagli arrivi internazionali. Trasferimento privato in Hotel e
sistemazione nelle camere assegnate (disponibili in genere dopo le ore 12,00, qualora
fossero disponibili prima verranno assegnate immediatamente).
La capitale del Vietnam conserva un’elegante impronta coloniale, visibile soprattutto
nel susseguirsi di “boulevard” alberati e palazzi in stile di fine Ottocento. Come tutto il
Paese, anche la sua città principale vive una fase dinamica di progresso e rincorsa alla
modernità, ma lo fa con un ritmo a misura d’uomo e senza ostentare il recente
benessere.
Nel pomeriggio inizieranno le visite Ha Noi : il Mausoleo di Ho Chi Minh, dove il celebre
“zio Ho” giace imbalsamato (visita dall’esterno), la Pagoda a pilastro unico “Chua Mot
Cot”, eretta nel 1049. Poi faremo un giro sul risciò per visitare i 36 quartieri antichi, la
pagoda di Giada “Den Ngoc Son’ e il lago di Hoan Liem. La giornata si conclude con lo
spettacolo delle marionette sull’acqua che attraverso la rappresentazione di storie,
leggende e scene di vita quotidiana tradizionali daranno uno spaccato di quest’antica
tradizione. Al termine rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento.

3° giorno
Prima colazione in Hotel. Partenza per la celeberrima Baia di Halong, formata da
migliaia d’isolotti calcarei che emergono dal mare. Un’antica leggenda narra che la
nascita di questa meraviglia sia avvenuta grazie ai resti della coda di un drago
inabissatosi in mare. Arrivo al villaggio di Halong in tarda mattinata, imbarco su una
suggestiva giunca e inizio della navigazione alla scoperta d’incantevoli scenari che si
snodano tra la miriade di isole, isolotti, faraglioni e scogliere dove sorgono grotte
ricche di stalattiti e stalagmiti. Pensione completa a bordo, pernottamento in cabina
con servizi privati.

4° giorno
Prima colazione a bordo. Conclusione della navigazione nella baia di Halong, quasi
quattromila chilometri quadrati di acque color giada e turchese affacciate sul Golfo del
Tonchino, da molti considerata l’Ottava meraviglia del mondo.
In tarda mattinata sbarco, pranzo a bordo e rientro ad Hanoi, con tappa lungo il
percorso al tempio di Con Son, risalente al XIII secolo (tempo permettendo). Arrivo ad
Hanoi e trasferimento in aeroporto in tempo utile per la partenza del volo a Saigon.
Saigon indica il distretto numero uno di Ho Chi Minh City, cioè il cuore nevralgico di
questa metropoli che ha progressivamente abbandonato il carattere intimista tipico
delle società orientali, per adottare un modello di crescita dirompente sulla falsariga di
megalopoli quali New York, Tokyo o le più vicine Bangkok e Singapore. Qui i ritmi di
vita sono frenetici, quasi a voler recuperare mezzo secolo di conflitti con francesi,
giapponesi e americani. Arrivo in tarda serata e trasferimento in Hotel. Cena libera.
Pernottamento in hotel.

5° giorno
Prima colazione in Hotel. Al mattino escursione a Cu Chi, località situata a circa 30 km
da Saigon e scenario di uno degli eventi che maggiormente hanno segnato la Storia
del Vietnam, cioè la guerra combattuta contro gli Americani negli anni Sessanta del
secolo scorso. Durante il percorso si potranno cogliere immagini di vita agreste con
bufali immersi nell’acqua degli stagni e uomini e donne al lavoro nelle risaie.
Si giunge a Cu Chi dove fin dai tempi della guerra contro i Francesi i Vietnamiti
iniziarono a costruire una autentica cittadella sotterranea che poi i Viet Cong
ampliarono durante la lotta contro gli Americani, costruendo una rete di oltre 250
chilometri di cunicoli e gallerie che giungevano fino alla città di Saigon. Pranzo in
ristorante locale. Al termine della visita rientro a Saigon per la visita di questa
metropoli ricca di storia e brulicante di umanità: il mercato di Cholon, tipico grande
mercato cinese, Thien Hau, la più antica pagoda cinese della città, l’edificio delle Poste
disegnato da Gustave Eiffel e la neo-romanica cattedrale di Notre-Dame, questi ultimi
chiari esempi del passato coloniale francese.
Cena libera. Pernottamento in hotel.

6° giorno
Prima colazione in Hotel. Partenza via terra per il delta del Mekong ed arrivo dopo
circa tre ore al molo della città di Vinh Long. Arrivo e pranzo in ristorante locale. Inizio
di un’escursione con piccole imbarcazioni locali lungo i rami del fiume, per osservare la
vita che gravita intorno al Mekong. Molte attività commerciali si svolgono su barconi
galleggianti che solcano gli ampi canali fluviali. Qui si potrà sbarcare per osservare i
locali intenti nelle loro faccende quotidiane o nella produzione artigianale di caramelle
(soprattutto di zucchero e cocco), di carta di riso usata per avvolgere gli involtini
primavera, di ceramiche e di riso soffiato. Al termine trasferimento a Chau Doc. Arrivo
e trasferimento in hotel per il pernottamento. Cena libera.

7° giorno
Prima colazione in hotel. In mattina si parte da Chau Doc in motoscafo, alla volta della
capitale Cambogiana Phnom Penh. All’arrivo incontro con la guida locale e pranzo in
un ristorante locale. Al termine visita del Museo Nazionale – oltre 5000 oggetti sono
esposti tra cui statue di epoca Angkor, linga e altri manufatti. Poi il Palazzo Reale
costruito nel 1866, durante il regno di Kong Norodom all’interno del quale possiamo
raggiungere la Pagoda d’argento nota anche come Wat Uborsoth Rotannaram 5000
lastre d’argento ricoprono il suolo della Pagoda, il santuario dove vengono conservate
le ceneri reali e dove si possono solo ammirare statue di Buddha di incredibile valore
ricoperti di diamanti e oro. Tempo libero a disposizione, rientro in hotel, cena libera e
pernottamento.
NB. L’hotel dista circa 40 minuti dal molo di imbarco quindi si prevede una sveglia
all’alba per potersi imbarcare sulla Blue Cruiser per Phnom Penh alle 07.00am.

8° giorno
Prima colazione in hotel. Trasferimento all’aeroporto di Phnom Penh. Volo di linea per
Siem Reap. Arrivo e visita a Ta Promh il più romantico ed emozionante fra tutti i
monumenti angkoriani. Volutamente gli archeologi hanno preferito lasciarlo quasi
nelle stesse condizioni in cui fu scoperto. Infatti qui la foresta è l’assoluta
protagonista. Altissimi alberi di Ceiba Pentandra e di Ficus Gibbosa avvolgono, con le
loro gigantesche radici come enormi tentacoli di piovra, le strutture delle gallerie e le
mura perimetrali. Fu costruito sempre da Jayavarman VII nel 1186, è logicamente
consacrato a Buddha e il re lo dedicò a sua madre. Infine poi ci godremo il tramonto
da Angkor Wat iniziando dalla Porta ad oriente perché c’è un’atmosfera molto
suggestiva. Fra tutti i templi khmer è sicuramente il più celebrato, il capolavoro
indiscusso dell’architettura e dell’arte di questa straordinaria civiltà. Misura un
perimetro esterno di 1.800 metri per 1.300 e culmina con il raffinato profilo delle
cinque torri-santuario che dominano il paesaggio. Milleduecento mq. di raffinati
bassorilievi offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa
raffinatezza. Eretto nel 1120, i lavori terminarono nel 1150 alla morte del suo ideatore, il
grande re-dio Suryavarman II; in quell’epoca in Italia si consacrava la Cattedrale di
Pisa e a Parigi si costruiva Notre Dame. E’ l’emblema della Cambogia ed il simbolo
dello stupendo Medioevo del Sud-est asiatico. Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
Pernottamento in hotel.

9° giorno
Prima colazione in hotel. In mattinata visita a Bantey Srey (la “cittadella delle donne”)
vero gioiello dell’arte khmer del 967, a cavallo tra il regno di Rajendravarman e quello
di Jayavarman V. Il tempio fu costruito da Yajnavaraha, il guru di quest’ultimo re. Si
erge solitario a circa 40 km a nord–est di Angkor ed è indiscutibilmente il più delicato
ed elegante tra le testimonianze architettoniche di Angkor. Il complesso è costituito
da tre santuari in arenaria rosa, dedicati a Shiva, interamente ricoperti da finissimi
delicati bassorilievi. Un’altra caratteristica che rende unico questo complesso sono i
doppi frontoni con la loro forma ad arco che ricorda i torana (porte d’ingresso) di
legno dei templi arcaici. Poi in un piccolo villaggio nella cui area, a poco più di due
chilometri dal centro abitato, si può ammirare il Bantey Samre, del XII sec. costruito
durante il regno di Suryavarman II. E’ di medie dimensioni e siccome è quasi
contemporaneo ad Angkor Wat ne ricorda lo stile e l’equilibrio armonico delle
strutture con una particolarità esclusiva data da pinnacoli ovoidali, sempre in arenaria
grigia, collocati lungo le cuspidi dei tetti. Il tempio è stato oggetto di uno dei più
accurati e meglio riusciti restauri con il metodo dell’anastilosi. Pranzo in ristorante
locale. Nel pomeriggio proseguiremo le nostre visite a Rolous, a 15 km. da Siem Reap.
Il complesso dei templi pre-angkoriani tra i quali si evidenzia, per importanza e
bellezza, il Preah Ko (il “bue sacro”), il primo tempio costruito dal re Indravarman I°
nell’879. Il materiale di costruzione è prevalentemente laterite e muratura e fanno
eccezione i riquadri dei portali e le finestre a colonne per le quali fu utilizzata l’arenaria
grigia. Dal secondo “gopura” (porta d’ingresso di cui oggi rimane soltanto la sua
pianta cruciforme) si entra nelcortile interno nel cui centro si elevano sei “prasat” di
TRA MEKONG E FIUME ROSSO | 9
modeste dimensioni disposti in doppia fila di cui i tre anteriori sono di dimensioni
maggiori e più rifiniti infatti i mattoni sono accuratamente levigati e rivestiti di pannelli
in stucco, sicuramente policromo, di cui oggi ne rimangono solo delle tracce. Dopo
questa visita si darà un rapido sguardo ai quattro prasat del Lolei, fatto erigere su di
un isolotto artificiale da Yashovarman I nel 893. Ma il tempio più importante e
affascinante è senza dubbio il Bakong eretto sempre da Indravarman I nel 881.
Bellissimo, elegante e superbo tempio-montagna che si può simbolicamente
contrapporre, quasi sovrapporre, al magnifico Borobodur di Giava. C’è infatti un nesso
storico ed anche probabilmente legami dinastici tra alcuni re della Kambuja ed i
Sailendra, i signori di Giava. La base del tempio si eleva su cinque terrazze rivestite in
arenaria; l’altezza dei gradoni diminuisce salendo e le statue dei leoni ai lati delle
scalinate e degli elefanti sui 4 angoli delle piattaforme si riducono di dimensioni.
Questi accorgimenti strutturali e ornamentali creano un effetto prospettico
stupefacente e fanno del Bakong uno dei templi più affascinanti ed eleganti tra tutte
le creazioni architettoniche khmer. Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
Pernottamento in hotel.

10° giorno
Prima colazione in hotel. Visita alla porta Sud di Angkor Thom, Bayon, Baphoun,
Phimeanakas, alla terrazza dell’Elefante, al Royal Enclosure e alla Terrazza del Re
lebbroso. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo.

11° giorno
Rientro in Italia.